Centro interdipartimentale di medicina dello sport
21013 Gallarate (Varese) - P.zza Buffoni 3
Tel. 0331.786727 Fax 0331.770100
Dir. San. Dott. Diego Fontana

Holter / Test da sforzo

Dr. Diego Fontana

E.C.G. HOLTER E' L'ELETTROCARDIOGRAMMA DELLE 24/48 ORE SECONDO HOLTER

L'ECG Holter è un elettrocardiogramma "speciale", eseguito per analizzare l'attività elettrica del cuore per 24/48 ore e serve per valutare la risposta cardiaca del paziente durante una sua "giornata tipo".

Attraverso un apparecchio portatile di minimo ingombro, comprendente un piccolissimo registratore, che il paziente indossa per tutta la giornata, si esegue una registrazione continua del suo elettrocardiogramma, permettendo così di documentare un'eventuale aritmia (alterazione del battito del cuore) o la presenza di segni di cardiopatia ischemica (malattia del cuore determinata da una insufficiente circolazione di sangue all'interno delle coronarie).

La registrazione avviene ininterrottamente durante tutto il giorno e tutta la notte fino a quando, ritornando nell'ambulatorio, lo strumento viene rimosso. In genere al paziente viene fornito un diario su cui annotare l'orario delle principali attività svolte o degli eventuali sintomi come “sensazione di battito irregolare” o “battito mancante”, oppure in presenza di dolori toracici.

L'esame ha il pregio di consentire il controllo dell'ECG del paziente mentre questi svolge le sue abituali occupazioni o meglio ancora, quelle occupazioni che si associano alla sintomatologia oggetto dell'indagine.

Durante la registrazione il paziente può regolarmente attendere alle abituali occupazioni giornaliere di lavoro e di svago. In questo modo sarà possibile al medico che valuta l'esame, verificare eventuali alterazioni elettrocardiografiche e correlarle ai sintomi o alle attività che il paziente stava svolgendo.

TEST DA SFORZO O TEST ERGOMETRICO

L'elettrocardiogramma da sforzo o test ergometrico è un esame strumentale che consiste nell'effettuare un elettrocardiogramma (registrazione dell'attività elettrica del cuore) durante l'esecuzione di uno sforzo fisico.

Lo sforzo fisico, infatti determina un aumento delle richieste di lavoro al cuore che potrebbero slatentizzare problematiche cardiache non riscontrabili a riposo.

Si applicano sul torace e sul dorso del paziente degli elettrodi e si registra un primo elettrocardiogramma di riferimento a riposo. Si invita poi il paziente a pedalare generalmente su una cyclette (cicloergometro).

Lo sforzo è progressivo ed è incrementato, mediante aumento costante della resistenza opposta dai pedali del cicloergometro, secondo protocolli prestabiliti ed individuati in base alle finalità' dell'esame, sia esso sportivo o diagnostico.

Durante la prova viene registrato continuamente un elettrocardiogramma e viene monitorato l'andamento della pressione arteriosa. Ciò consente di valutare sia la tolleranza allo sforzo sia la capacità di recupero di un soggetto, valutando contemporaneamente, istante per istante, la presenza o meno di eventuali anomalie elettrocardiografiche.

La medicina dello sport ne fa largo uso, per il giudizio d' idoneità allo sport agonistico, per stabilire il programma d'attività fisica di un atleta e per rilevare quali siano i progressi realizzati con l'allenamento specifico.

In senso più generale, il test ergometrico è l'esame strumentale più indicato per lo studio e la diagnosi della cardiopatia ischemica (malattia cardiaca determinata da un'insufficiente circolazione di sangue all'interno delle coronarie) e delle manifestazioni ad essa correlate (angina da sforzo)

Inoltre il test è spesso indispensabile, per lo studio delle aritmie (alterazione del battito del cuore), dell'ipertensione arteriosa (aumento della pressione del sangue oltre il valore normale)

Prima di effettuare il test è consigliabile:

  • Fornire al medico tutte le info rmazioni sullo stato di salute ed eventuale documentazione cardiologica
  • Presentarsi muniti di abbigliamento idoneo
  • Non mangiare (anche se è possibile effettuare uno spuntino 2-3 ore prima)

 

MODULISTICA: